fbpx

Facebook, cala l’uso negli Usa

L’importanza del giusto contenuto per la giusta audience
22 Novembre 2017
burberry
Perchè lo storytelling va così tanto di moda?
26 Gennaio 2018

Inutile nascondersi Facebook in poco più di dieci anni è diventato parte della nostra vita quotidiana. Ci aiuta a ricordare compleanni, ci mette a conoscenza di eventi, situazioni sentimentali e spesso ci illude di esercitare i nostri poteri democratici mediante l’uso di commenti like e condivisioni.

Tuttavia però sembra che negli ultimi anni qualcosa stia cambiando, il famoso social network infatti cala il suo uso negli USA passando da un uso di 32 ore medie al mese a 18.

Un clamoroso calo comunicato dallo studio della società Verto, che riporta invece una crescita per quanto riguarda Snapchat.

Questo calo però non combacia con altre indagini, ad esempio quelle di eMarketer che evidenziano una stabilità intorno ai 40 minuti al giorno.

Un sondaggio di Rbc Capital Markets, riporta invece che le sessioni per utente sarebbero crollate dalle 311 mensili dell’ottobre 2016 alle 173 dell’ottobre scorso. La chat invece fondata da Evan Spiegel riferisce un aumento di sessioni per utente passate da 119 a 144.

Per quanto riguarda i visitatori unici su base mensile, Facebook e le sue app rimangono in classifica passando da 200 milioni nell’ottobre scorso a cui bisogna aggiungere i 144,3 di instagram e i 104,7 di messenger.

Instagram infatti è il nuovo social di punta, in piena crescita con 500 milioni di utenti attivi giornalmente, una piattaforma perfetta per i brand che vogliono farsi pubblicità nel mondo digitale.

Alla fine dei conti possiamo pensare che molti utenti abbiano deciso di riappropriarsi nella propria vita privata, lasciando a Facebook soltanto pochi post personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *