fbpx

Nuovi tipi di diretta per Facebook

influencer_marketing_hotel
Lifestyle marketing e Influencer marketing per gli hotel
18 Ottobre 2017
L’importanza del giusto contenuto per la giusta audience
22 Novembre 2017

Vi ricordate Periscope? Quel social con cui si potevano fare video in diretta con il cellulare?
Nel 2015 è stato acquistato da Twitter e possiamo definirlo “l’antenato” delle odierne dirette che hanno spopolato nel mondo dei social network. L’uccellino bianco con Periscope ha sicuramente avuto un’intuizione non banale, ma non ha sfruttato al meglio il suo potenziale; a questo, però, ci hanno pensato i competitors quali Facebook, Instagram, Snapchat e YouTube.
I video in diretta introdotti su questi social network hanno rivoluzionato ancora una volta le regole del marketing digitale e del social media marketing, offrendo un’altra grande opportunità di crescita sia alle aziende che alle persone.

Al contrario dei video registrati, con le dirette si può interagire con i followers in maniera molto più vera ed istantanea, grazie alla notifica che comunica l’inizio di uno streaming, garantendo un alto livello di coinvolgimento da parte dell’utente e soprattutto un maggior raggiungimento dell’audience che, avvisata dell’inizio dello streaming, con un click si trova a poter comunicare istantaneamente con il suo brand/vip preferito.

L’onnipresente Zuckerberg ovviamente ci ha visto lungo come sempre e ha capito la forza comunicativa dei live video, tanto che nel giro di pochi mesi è riuscito a declassare il social padre di tutti i video YouTube, portando in cima alla classifica le sue due creature Facebook e Instagram. L’ultima novità di Facebook è il Live video producer.

 

Questo nuovo strumento permetterà all utente di controllare i filmati da più dispositivi video in un unica diretta, offre la possibilità di cambiare formato di visualizzazione (split screen, picture in picture) e di apportare miglioramenti di grafica direttamente da facebook. Video maker di tutto il mondo unitevi, aspettate questa nuova funzione e poi ringraziate Mark.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *